Mertens, anche il Belgio gli cambia ruolo: affronterà il prossimo Mondiale da punta centrale

Rassegna Stampa  

Come riporta l'edizione odierna del Corriere dello Sport, dell’esterno non v’è più traccia, solo frammenti di ricordi e una falsa convinzione. Mertens è rinato da centravanti, s’è scoperto straordinario “vero nueve” che segna come (e più) di una punta classica sfruttando le sue qualità con gli input del calcio moderno e la necessità d’incidere a tutto campo, universalmente. Nel Napoli come nel Belgio. Se n’è accorto anche il ct Martinez, lo ha percepito in quarantacinque minuti (contro la Bosnia) nei quali Mertens, schierato esterno destro, è sembrato distante da se stesso, l’altra faccia di un calciatore che ad un certo punto, e per pura necessità, s’è rifugiato nel ventre dell’attacco e ha deciso di restarci per sempre. Mertens ha giocato da centravanti anche con la sua nazionale e tornerà a farlo anche in futuro: certi movimenti ormai gli appartengono, fanno parte del suo istinto, resistono tra le sfumature di un talento che prima s’accentrava ed ora s’afferma a tutto campo, tra le linee e in profondità, cogliendo l’attimo e pure di sorpresa tutti quelli che non s’aspettavano la sua esplosione. Non l’avevano prevista. Nelle ultime due sfide, contro Bosnia e Cipro, il ct del Belgio gli ha concesso abbondante riposo schierandolo titolare (ma solo un tempo) sabato scorso e poi concedendogli appena metà ripresa martedì sera. Ha compreso le necessità del momento ed ha accolto l’appello (a distanza) di Sarri avendo già conquistato, e da tempo, il pass per i Mondiali. Per Mertens sarà la seconda partecipazione ad una fase finale del campionato mondiale e sarà bello riprovarci da protagonista, trascinando con sé le 63 presenze e i 13 gol complessivi realizzati in Nazionale. Nel 2014 segnò all’esordio contro l’Algeria ed il Belgio fu eliminato solo ai quarti di finale contro l’Argentina del compagno d’azzurro Higuain (che segnò il gol decisivo). In Brasile totalizzò quattro presenze e vedeva la porta da posizione defilata, ma era un'altra prospettiva ed era pure un altro Mertens.  

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    42

    17
    13
    3
    1
  • InterCL

    40

    17
    12
    4
    1
  • JuventusCL

    38

    16
    12
    2
    2
  • RomaCL

    38

    16
    12
    2
    2
  • LazioEL

    32

    15
    10
    2
    3
  • SampdoriaEL

    27

    15
    8
    3
    4
  • Milan

    24

    16
    7
    3
    6
  • Torino

    23

    17
    5
    8
    4
  • Atalanta

    23

    16
    6
    5
    5
  • 10º

    Fiorentina

    22

    16
    6
    4
    6
  • 11º

    Udinese

    21

    16
    7
    0
    9
  • 12º

    Bologna

    21

    16
    6
    3
    7
  • 13º

    Chievo

    21

    16
    5
    6
    5
  • 14º

    Cagliari

    17

    17
    5
    2
    10
  • 15º

    Sassuolo

    14

    16
    4
    2
    10
  • 16º

    Genoa

    13

    16
    3
    4
    9
  • 17º

    Crotone

    12

    16
    3
    3
    10
  • 18º

    SpalR

    11

    16
    2
    5
    9
  • 19º

    VeronaR

    10

    16
    2
    4
    10
  • 20º

    BeneventoR

    1

    16
    0
    1
    15
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Tim Cup, Il Napoli sfida l'Udinese: rivoluzione Sarri, questo il probabile undici