Allan: "Dovevamo onorare la maglia e l'abbiamo fatto. Applausi per il Lipsia, ma prendiamo i lati positivi della gara. A Cagliari per ripartire"

Rassegna Stampa  
Allan: Dovevamo onorare la maglia e l'abbiamo fatto. Applausi per il Lipsia, ma prendiamo i lati positivi della gara. A Cagliari per ripartire

Secondo l'edizione di oggi del Corriere dello Sport, però adesso è già Cagliari nei pensieri di chiunque, anche di Allan, che prima di concedere tutto se stesso per inseguire lo scudetto, ha ancora voglia di rivivere questi centottanta minuti che quasi non gli dànno pace: «Abbiamo giocato come sappiamo ed è stata una grande partita che, ahinoi, non serve a niente. Passa il Lipsia, ed è giusto applaudirlo, ben sapendo che noi lo avremmo meritato per tutto quello che abbiamo fatto in questa nottata. Ha avuto un peso decisivo però il 3-1 del san Paolo, quando con un po’ di attenzione in più avremmo avuto modo di lasciarsi qualche occasione in più per qualificarci. Ma prendiamo gli aspetti positivi di questa gara».

E ne sono, osservando Allan, la sua fisicità, la sua presenza, quel desiderio di restare in corsa, fin quando l’arbitro non ha fischiato: l’accelerazione (mostruosa) che conduce al raddoppio è sua, come una gara improntata sulla determinazione, sul senso tattico e sulla esplosività. «Abbiamo onorato questa maglia: lo dobbiamo in assoluto al club e a noi, ma lo dovevamo anche a questi tifosi che non ci lasciano mai soli e che ci hanno seguiti fin qui, credendoci almeno quanto noi. Siamo stati sfortunati negli episodi, e ciò può capitare nel calcio: il rimpianto esiste, ci mancherebbe, ma siamo contenti della nostra risposta, dopo quel match d’andata». Da Lipsia a Cagliari, però, è ormai un percorso obbligato, la prima tappa di questo mini-campionato in cui Allan insegue ogni ambizione: lo scudetto e, se possibile, anche una convocazione di una Nazionale alla quale, anche ieri sera, ha lanciato l’ennesimo, autorevole messaggio. «Ho l’amaro in bocca, come tutti i miei compagni di squadra, e la soddisfazione per il successo e per il modo con cui l’abbiamo ottenuto viene cancellato da questa delusione. Ma bisogna ripartire immediatamente».  

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    15

    5
    5
    0
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    12

    5
    4
    0
    1
  • logo FiorentinaFiorentinaCL

    10

    5
    3
    1
    1
  • logo SassuoloSassuoloCL

    10

    5
    3
    1
    1
  • logo LazioLazioEL

    9

    5
    3
    0
    2
  • logo SpalSpalEL

    9

    5
    3
    0
    2
  • logo UdineseUdinese

    8

    5
    2
    2
    1
  • logo SampdoriaSampdoria

    7

    5
    2
    1
    2
  • logo InterInter

    7

    5
    2
    1
    2
  • 10º

    logo ParmaParma

    7

    5
    2
    1
    2
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    6

    4
    2
    0
    2
  • 12º

    logo AtalantaAtalanta

    5

    5
    1
    2
    2
  • 13º

    logo MilanMilan

    5

    4
    1
    2
    1
  • 14º

    logo RomaRoma

    5

    5
    1
    2
    2
  • 15º

    logo TorinoTorino

    5

    5
    1
    2
    2
  • 16º

    logo CagliariCagliari

    5

    5
    1
    2
    2
  • 17º

    logo EmpoliEmpoli

    4

    5
    1
    1
    3
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    4

    5
    1
    1
    3
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    1

    5
    0
    1
    4
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    -1

    5
    0
    2
    3
Dapa Trasporti
Giuseppe Annone
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Torino-Napoli, dalla A alla Z: l’esempio di Ancelotti, la fantasia di Marcolin, il tormentone dell’anno, i riferimenti noiosi e le vertigini su Dazn…