Napoli-Udinese, le pagelle: Jorginho col mirino, Allan fulmina l'ex! Mertens manda un messaggio, Kalidou battaglia con Duvan

Le Pagelle fonte : dal nostro inviato al San Paolo, Claudio Russo

Reina 6 - Tranquillo nella chiusura su Zapata e Koulibaly a metà primo tempo, lascia scorrere anche il sinistro di Jankto che avrebbe potuto beffarlo. Sul palo di Zapata può far poco, anche se non accenna il minimo tuffo. Salvifico nel finale.

Hysaj 6 - Si presenta con una bella discesa sulla destra, una delle poche di tutto il match: la seconda è al 71'...in compenso Elseid mantiene la posizione correndo rischi minimi.

Albiol 6 - Aiuta Kalidou a tenere a bada Zapata e, dato che Duvan è abbastanza innocuo, si lancia in avanti colpendo di testa e sfiorando la rete.

Koulibaly 6 - Il duello con Zapata mette a dura prova la sua fisicità, fa sorridere quando viene colpito alla testa da una pallonata...e gli viene chiamato giustamente offside! Al 58' la sfida con Duvan è roba da pesi massimi: ne esce vincitore, ma poco più tardi il colombiano gli salta in testa e colpisce il palo. Anomalo in chiusura di partita, quando gli tira un pallone addosso e poi glielo riprende in area senza commettere fallo.

Strinic 6 - Il posto che era di Ghoulam è e sarà suo, questa è l'impressione: nel primo tempo non affonda proprio mai, ma non demerita. Lotta anche con Perica, al quale rende centimetri e peso, e libera un pallone in area di rigore che poteva essere pericoloso. Buono ed onesto.

Allan 6,5 - Pressa molto, spingendosi fino all'area di rigore dell'Udinese, ma vengono a mancare per larghi tratti i suoi inserimenti: non al momento giusto, però, quando è caparbio a conquistare un pallone e a fulminare la sua ex squadra. (Dal 71' Rog SV - Una ventina di minuti per distendere la gamba)

Jorginho 7 - Prova più volte, con risultati alterni, la verticalizzazione alta quando Hallfredsson non va a pressarlo: lascia basiti un pallone appoggiato in corner al 24', molto meglio l'assist per Mertens che vale l'1-0. Tenta anche il tiro a giro, facendosi valere e giocando una grossa mole di palloni. Se gli si concede spazio, si rende utile: come stasera, alla fine risulta il migliore con oltre 150 passaggi completati (153 su 161), undici palloni recuperati e quattro anticipi.

Hamsik 6,5 - Bello l'asse con Mertens all'8', un po' meno la conclusione che ne scaturisce. Accompagna l'azione, come è giusto che sia, anche con qualche passaggio sbagliato. Zappa la terra il tiro al 56', ma l'avvio di ripresa è incoraggiante: sfiora il palo di sinistro, poi entra a modo suo nell'azione del 2-0. (Dal 79' Zielinski SV)

Callejon 6,5 - Nove assist finora, ed un gol - finalmente - con la Lazio: Ali Adnan fa buona guardia sull'inserimento al 10', poi si dedica al cross. E' bravo ad aspettare pazientemente l'occasione giusta, ed il gol - il secondo consecutivo - è meritato. Arriva anche lui in doppia cifra, il Napoli è l'unica società dei maggiori campionati ad avere quattro giocatori con questi numeri.

Mertens 6,5 - L'arrivo dei suoi avvocati in città, per questioni contrattuali, potrebbe dargli uno stimolo in più: il primo tiro è passabile, sgusciare in mezzo a Danilo e Heurtaux non è il massimo. Nella ripresa scivola attorno ai centrali di Delneri ed appoggia in rete: un altro messaggio per De Laurentiis? Chissà, negli occhi resta l'abbraccio sorridente con Sarri. (Dal 78' Milik SV - Per un niente non tocca il pallone del 4-0)

Insigne 6 - Tre doppiette nelle ultime quattro partite, nessuno come lui in A: persevera al 22', quando su due tiri guadagna un corner. Male al 43', la sua conclusione è larga, e poco incisivo al 55' quando Karnezis blocca con tranquillità. Del terzetto offensivo è il più anonimo, ma una prova un po' così dopo tanto tempo gli va concessa.

Sarri 6,5 - Qualcuno aveva dubbi sulla formazione che sarebbe scesa in campo? Nelle ultime diciannove di campionato non ha mai perso, e l'approccio iniziale sembra buono soprattutto a livello di pressing: nei primi 20, tuttavia, di occasioni chiare non è che ce ne siano molte. Anzi, l'Udinese efficacemente subisce ma non capitola mai pur regalando metri e calci d'angolo: i primi 45' sono bruttini, i secondi si aprono nel modo migliore perchè il gol di Mertens vivacizza il tutto e permette di aprire spazi dapprima chiusi. La squadra gioca con molta più scioltezza, forte del risultato, e certifica la propria superiorità con la rete del raddoppio: l'Udinese prova a reagire, ma lentamente si sfalda e prende anche il terzo gol. La ripresa è stata davvero buona, a fronte di un primo tempo in cui è mancata cattiveria: bisognava mandare un messaggio forte per il secondo, e alla fine la squadra l'ha mandato forte e chiaro.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    91

    38
    29
    4
    5
  • RomaCL

    87

    38
    28
    3
    7
  • NapoliCL

    86

    38
    26
    8
    4
  • AtalantaEL

    72

    38
    21
    9
    8
  • LazioEL

    70

    38
    21
    7
    10
  • Milan

    63

    38
    18
    9
    11
  • Inter

    62

    38
    19
    5
    14
  • Fiorentina

    60

    38
    16
    12
    10
  • Torino

    53

    38
    13
    14
    11
  • 10º

    Sampdoria

    48

    38
    12
    12
    14
  • 11º

    Cagliari

    47

    38
    14
    5
    19
  • 12º

    Sassuolo

    46

    38
    13
    7
    18
  • 13º

    Udinese

    45

    38
    12
    9
    17
  • 14º

    Chievo

    43

    38
    12
    7
    19
  • 15º

    Bologna

    41

    38
    11
    8
    19
  • 16º

    Genoa

    36

    38
    9
    9
    20
  • 17º

    Crotone

    34

    38
    9
    7
    22
  • 18º

    EmpoliR

    32

    38
    8
    8
    22
  • 19º

    PalermoR

    26

    38
    6
    8
    24
  • 20º

    PescaraR

    18

    38
    3
    9
    26
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Giuntoli incontra il Bordeaux: "Vogliamo Ounas ai nostri tempi, altrimenti datelo alla Roma". Nella trattativa fa da sponsor...Ghoulam