Napoli-Crotone, le pagelle: non si può non ripartire da Milik! Insigne-Callejon in automatico, Hamsik da record. Maggio e Rafael meritavano l'ultimo saluto

Le Pagelle  
Napoli-Crotone, le pagelle: non si può non ripartire da Milik! Insigne-Callejon in automatico, Hamsik da record. Maggio e Rafael meritavano l'ultimo saluto

Reina SV - Ultima partita delle 183 in azzurro, le ricorderemo a lungo e la sua assenza si sentirà nello spogliatoio. Lacrime d'amore per i tifosi ed amare per il rapporto deteriatosi con De Laurentiis. Partita da spettatore, meritava di essere sostituito con conseguente standing ovation. Invece subisce gol all'ultimo minuto.

Hysaj 6 - Una spinta discreta sulla fascia destra, quando serve: nel primo tempo si gioca molto più a destra, nel secondo è costante. Ma l'anno prossimo, dovesse restare a Napoli, potrà e dovrà dare di più.

Albiol 6,5 - Ha avuto qualche problema? No, quantomeno nei primi quarantacinque minuti. Al 70' Simy gli sbatte contro, confermando la bontà di una prestazione senza grattacapi.

Koulibaly 6,5 - L'annata conclusa certifica il suo status: in Italia non c'è nessuno meglio di lui. In avvio di ripresa mura un sinistro di Trotta, Nalini gli si stampa addosso provando a dribblarlo. Quattro salvataggi, un tiro bloccato, due palloni intercettati, un contrasto.

Mario Rui 6 - Chissà come si sarebbe evoluta la sua stagione, se Ghoulam non si fosse fatto male. Invece Sarri lo rende giocatore da Mondiale, e lui ripaga la fiducia con un match molto pimpante sulla fascia specialmente nel primo tempo.

Allan 6 - Il più lottatore di tutta la stagione, quello con più grinta anche nei momenti più difficili: oggi sfiora il gol al 29' dalla distanza, poi si fa sentire anche quando ha il pallone tra i piedi e deve smistarlo. (Dal 76' Rog SV)

Jorginho 6 - Fondamentale nel sistema-Sarri, magari potrebbe essere monetizzato da De Laurentiis: nel frattempo gestisce normalmente il possesso, senza essere pressato dagli avversari, andando anche al tiro e cercando troppe giocate di fino che non gli riescono (l'86% di passaggi completati al 45' - 77 - non è da lui, chiuderà in crescendo con 148 passaggi col 90%)

Zielinski 6,5 - Festeggia il compleanno da titolare, aspetta il rinnovo come regalo dalla società...e forse anche un posto da titolare. Diverse buone idee in fase offensiva, un siluro mancino deviato da Cordaz, più di una accelerazione a metà campo. Finisce sfinito.

Callejon 7 - La clausola da 23 milioni è una mannaia sul suo futuro, arrivassero offerte serie. 49 presenze da titolare su 50 partite stagionali, a giocare sempre è normale avere dei periodi di calo. Non oggi, comunque: alla mezz'ora solito taglio, solito passaggio di Insigne, solito gol. Doppia-doppia gol-assist per José, che viene murato da Cordaz al 42'

Milik 7 - Giustamente in campo dal primo minuto, visto l'evanescente Mertens delle ultime settimane: non si potrà non ripartire dalla mobilità di Arek, che mette in mostra una buona affinità nello stretto con Insigne e Zielinski. Precisa la zuccata al 23' che gli vale il quarto gol nelle ultime otto di campionato, continua a far ben sperare in vista del prossimo anno. Quando la sfortuna lo abbandonerà e permetterà a tutti di vedere il vero Arkadiusz. (Dal 66' Mertens SV - Il motivo per cui entra lui e non altri che lasceranno Napoli non è dato da sapersi: sfiora il 3-0, Cordaz gli dice no)

Insigne 7 - Un solo gol nelle ultime cinquanta conclusioni, francamente ci sono modi migliori per chiudere la stagione: tenta il tiro a giro al 21', termina fuori. Si rifà con l'assist subito dopo per Milik, e raddoppia per Callejon con un movimento che ricorderemo anche tra 10-15 anni. (Dal 75' Hamsik SV - Record di presenze in campionato, una in più di Antonio Juliano)

Sarri 5 - Ultima partita del triennio? Chissà, certo se avesse trovato l'accordo con De Laurentiis staremmo parlando del nulla. Per l'ultima di Maggio in azzurro, gli riserva una poco onorevole panchina mentre fa sedere ancora Mertens ed Hamsik. Detto ciò, la partita è tranquilla e tutto sommato dominata sin dal primo minuto: la squadra senza pressioni crea, concretizza, argina nel primo tempo il Crotone e nella ripresa fa da frangiflutti. La prestazione è buona, ma è molto più importante il suo futuro: quale sarà? Si sciolgano i dubbi al più presto. Non aver concesso a Christian Maggio la passerella finale della sua carriera però è un'ombra che non può che influire (meriterebbe voti ampiamente più bassi): inserire Mertens, Hamsik e Rog in una partita senza fronzoli era inutile. Molto meglio concedere l'applauso dell'addio a Maggio e Rafael, ma evidentemente non la pensava così.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo AtalantaAtalantaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo BolognaBolognaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo CagliariCagliariCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo ChievoChievoCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo EmpoliEmpoliEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo FiorentinaFiorentinaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo FrosinoneFrosinone

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo GenoaGenoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo InterInter

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    logo JuventusJuventus

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    logo LazioLazio

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    logo MilanMilan

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    logo NapoliNapoli

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    logo ParmaParma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    logo RomaRoma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    logo SassuoloSassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    logo SpalSpalR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    logo TorinoTorinoR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 20º

    logo UdineseUdineseR

    0

    0
    0
    0
    0
Dapa Trasporti
Giuseppe Annone
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Prima Pagina Corriere dello Sport: "Pronto, chi para?" [FOTO]