Sarri: "Occhio, la Fiorentina ha una particolarità! Per il secondo posto dipende da..."

Le Interviste  

Nel corso della conferenza stampa di quest'oggi, Maurizio Sarri si è espresso così sulla corsa Champions: "Il secondo posto dipende dai nostri avversari. La gara con la Fiorentina non è facile a livello mentale, ma dobbiamo proseguire per la nostra strada e se ciò basta meglio altrimenti vuol dire che dobbiamo migliorare. La Fiorentina ha qualità di palleggio, è tra le poche a toglierci possesso palla e giocano con un modulo complicato per noi. La viola ha tanti giocatri di qualità. Bernardeschi, Ilicic e Saponara sono ottimi giocatori, così come lo è Kalinic. Oltre ad essere una squadra che ci dà fastidio ha anche calciatori fortissimi. Potevano anche fare meglio quest'anno". 

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    88

    37
    28
    4
    5
  • RomaCL

    84

    37
    27
    3
    7
  • NapoliCL

    83

    37
    25
    8
    4
  • LazioEL

    70

    37
    21
    7
    9
  • AtalantaEL

    69

    37
    20
    9
    8
  • Milan

    63

    37
    18
    9
    10
  • Inter

    59

    37
    18
    5
    14
  • Fiorentina

    59

    37
    16
    11
    10
  • Torino

    50

    37
    12
    14
    11
  • 10º

    Sampdoria

    48

    37
    12
    12
    13
  • 11º

    Sassuolo

    46

    37
    13
    7
    17
  • 12º

    Udinese

    45

    37
    12
    9
    16
  • 13º

    Cagliari

    44

    37
    13
    5
    19
  • 14º

    Chievo

    43

    37
    12
    7
    18
  • 15º

    Bologna

    41

    37
    11
    8
    18
  • 16º

    Genoa

    36

    37
    9
    9
    19
  • 17º

    Empoli

    32

    37
    8
    8
    21
  • 18º

    CrotoneR

    31

    37
    8
    7
    22
  • 19º

    PalermoR

    23

    36
    5
    8
    23
  • 20º

    PescaraR

    14

    36
    2
    8
    26
Back To Top

Ti potrebbe interessare

RETROSCENA - Altro che battuta infelice, ADL ha deciso da tempo l'addio di Reina: due i motivi