Rashica, l'intermediario: "Monitorato dal Napoli, ha le caratteristiche che cerca il club. Giuntoli è un computer..."

Le Interviste  

Giuseppe Cannella, intermediario di Milot Rashica del Vitesse, è intervenuto ai microfoni di Radio Crc: "E' un classe 96 al terzo anno in Serie A olandese, rientra nelle caratteristiche tecniche e tattiche del Napoli. Sarebbe un vice Callejon ed è monitorato. Giuntoli è molto attento su quello che accade in giro, è un vero computer e segna tutti i profili che potrebbero essere interessanti. Però non chiede, si avvicina solo quando si è deciso di puntare effettivamente su quel calciatore".

Su Malcolm: "Giuntoli conosce tutti. Quando uno come me gli fa un nome, lui risponde con tutti i dati del caso. Non gli porto mai una novità. Quando arrivò a Napoli e gli parlammo dei giovani del Monaco, ci parlò subito del migliore che era Fabinho. De Laurentiis ha fatto un'ottima scelta".

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • RomaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • NapoliCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • AtalantaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • LazioEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • Milan

    0

    0
    0
    0
    0
  • Inter

    0

    0
    0
    0
    0
  • Fiorentina

    0

    0
    0
    0
    0
  • Torino

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    Sampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    Cagliari

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    Sassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    Udinese

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    Chievo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    Bologna

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    Genoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    Crotone

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    BeneventoR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    VeronaR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 20º

    SpalR

    0

    0
    0
    0
    0
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Higuain: "Ho sofferto per l'addio a Napoli, ma oggi è diverso: ho vinto! Molti parlano senza sapere, sullo scudetto e la causa con ADL..."