Perinetti: "Insigne figlio di Napoli, operazione giustissima! Bisognerebbe incentivare il territorio campano..."

Le Interviste  

A Radio Kiss Kiss Napoli, durante Radio Goal, è intervenuto il direttore sportivo del Venezia Giorgio Perinetti, rilasciando alcune dichiarazioni: "Insigne capitan futuro del Napoli? Credo sia una operazione giustissima da fare, è un ragazzo dal grande valore che è migliorato tantissimo nel gruppo allenato da Sarri: è un figlio di Napoli, è giusto che il club abbia voluto continuare il rapporto con un rappresentante di una terra che regala tantissimi giocatori. Bisognerebbe incentivare il territorio campano, che può sfornare altri tanti Insigne: per diventare un calciatore di livello internazionale, deve far sì che questo rinnovo sia un punto di inizio e non d'arrivo. Secondo posto? La Roma è fortissima, ma mentalmente il Napoli è in una situazione migliore"

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    18

    6
    6
    0
    0
  • JuventusCL

    18

    6
    6
    0
    0
  • InterCL

    16

    6
    5
    1
    0
  • LazioCL

    13

    6
    4
    1
    1
  • RomaEL

    12

    5
    4
    0
    1
  • MilanEL

    12

    6
    4
    0
    2
  • Sampdoria

    11

    5
    3
    2
    0
  • Torino

    11

    6
    3
    2
    1
  • Atalanta

    8

    6
    2
    2
    2
  • 10º

    Chievo

    8

    6
    2
    2
    2
  • 11º

    Bologna

    8

    6
    2
    2
    2
  • 12º

    Fiorentina

    7

    6
    2
    1
    3
  • 13º

    Cagliari

    6

    6
    2
    0
    4
  • 14º

    Sassuolo

    4

    6
    1
    1
    4
  • 15º

    Spal

    4

    6
    1
    1
    4
  • 16º

    Crotone

    4

    6
    1
    1
    4
  • 17º

    Udinese

    3

    6
    1
    0
    5
  • 18º

    GenoaR

    2

    6
    0
    2
    4
  • 19º

    VeronaR

    2

    6
    0
    2
    4
  • 20º

    BeneventoR

    0

    6
    0
    0
    6
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Ferrara: "Mertens e Dybala? Ogni epoca ha i suoi campioni, poi Maradona è un discorso a parte"