Orlandini: "Troppi pareggi in campionato, Napoli unica squadra in grado di impensierire la Juve. Vi racconto il mio addio"

Le Interviste  

Andrea Orlandini, ex calciatore, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Goal, trasmissione in onda su Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24: “Sarri sta facendo un gran lavoro con una rosa comunque di alto livello ed ampia, peccato per gli otto pareggi fatti. Sarà difficile anche in futuro battere la Juve, ma l’unica squadra che pare pronta ad impensierire i bianconeri sono proprio gli azzurri. Ricordo che con Vinicio facemmo 70mila abbonamenti, era l’anno di Savoldi. Ricordo che non riuscii a giocare contro l’Anderlecht e non ero capace di recuperare da quell’infortunio. Andai via da Napoli ed in una settimana recuperai… Qualcuno disse che non volevo più stare a Napoli, tutte bischerate!”

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • RomaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • NapoliCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • AtalantaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • LazioEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • Milan

    0

    0
    0
    0
    0
  • Inter

    0

    0
    0
    0
    0
  • Fiorentina

    0

    0
    0
    0
    0
  • Torino

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    Sampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    Cagliari

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    Sassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    Udinese

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    Chievo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    Bologna

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    Genoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    Crotone

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    BeneventoR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    VeronaR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 20º

    SpalR

    0

    0
    0
    0
    0
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Premium, Benvenuti: "L'urlo 'The Champions' è unico. Nizza? La mossa della disperazione è stata sbagliata"