Mediaset, Ciarapica: "Se Napoli ed Inter scambiassero gli attaccanti gli azzurri lotterebbero per lo scudetto. Sarri? Ha un limite"

Le Interviste  

Roberto Ciarapica, di Mediaset Premium, è intervenuto ai microfoni di Si Gonfia la Rete, sulle frequenze di radio Crc, ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24: "Non sarà una partita decisiva tra Napoli ed Inter, c'è una grande differenza tra le due squadre. E' vero che l'Inter subisce tanti goal, ma se inverti gli attaccanti il Napoli lotta per lo scudetto. Non credo che Sarri smuoverà tantgo l'atteggiamento. Sarri, però, ha un limite. Quello di avere un sistema di gioco predisposto e forse un po' troppo fisso. Guardiola è diventato uno dei più grandi proprio perchè non si è mai legato ad un tipo di gioco e ha sempre cambiato anche durante le partite. 

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • InterCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • JuventusCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • MilanCL

    3

    1
    1
    0
    0
  • NapoliEL

    3

    1
    1
    0
    0
  • ChievoEL

    3

    1
    1
    0
    0
  • Sampdoria

    3

    1
    1
    0
    0
  • Roma

    3

    1
    1
    0
    0
  • Bologna

    1

    1
    0
    1
    0
  • Torino

    1

    1
    0
    1
    0
  • 10º

    Genoa

    1

    1
    0
    1
    0
  • 11º

    Lazio

    1

    1
    0
    1
    0
  • 12º

    Sassuolo

    1

    1
    0
    1
    0
  • 13º

    Spal

    1

    1
    0
    1
    0
  • 14º

    Benevento

    0

    1
    0
    0
    1
  • 15º

    Udinese

    0

    1
    0
    0
    1
  • 16º

    Atalanta

    0

    1
    0
    0
    1
  • 17º

    Verona

    0

    1
    0
    0
    1
  • 18º

    CagliariR

    0

    1
    0
    0
    1
  • 19º

    CrotoneR

    0

    1
    0
    0
    1
  • 20º

    FiorentinaR

    0

    1
    0
    0
    1
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Torino, Mihajlovic una furia: "Ci hanno annullato un gol regolare, Massa ha sbagliato perché non ha reso possibile usare il VAR"