Inter, Spalletti: "Sarà dura, ma andremo al San Paolo per vincere: il Napoli è uno spot per il calcio, perfetti anche contro il City! Se Sarri fosse rimasto in banca..."

Le Interviste  
Luciano Spalletti in conferenza stampa alla vigilia di Napoli - InterLuciano Spalletti in conferenza stampa alla vigilia di Napoli - Inter

Luciano Spalletti, allenatore dell'Inter, parla in conferenza stampa alla vigilia di Napoli - Inter, nono turno del campionato di Serie A. CalcioNapoli24.it vi propone le sue dichiarazioni in diretta:

14.41 - "Che partita sarà domani? I nostri già hanno dato esami, se siamo a questo punto qui significa aver studiato molto. E sono pronti per quest'ulteriore confronto, non sarà facile perchè ci sono tante motivazioni, parlerei tutta la sera. Siamo fortunati? Ancora avrete di vederne delle belle, ho più fortuna di quel che si è visto finora!".

14.53 - "Moratti ha parlato di scudetto, è motivo di pressione? Secondo me l'ha collocata nel modo giusto, dicendo 'Lasciateci sognare, lasciateci l'illusione'. Lui usa quel che è stato il momento che ha vissuto lui nella sua carriera da presidente. Ci ha fatto particolarmente piacere vederlo nello spogliatoio a fine partita, con quei colossi di calciatori che son venuti ad accompagnarlo al derby".

14.55 - "Il Napoli farà la partita e l'Inter attenderà? Prima di tutto, gli azzurri sono uno spot per il calcio in generale. Loro sono una squadra forte, sono dove avevano programmato di essere. Devi andarlo a prendere e sfidarlo, se ti metti a fare calcoli, loro sfruttano la loro qualità del possesso palla. C'è un pallone solo, sarà difficilissimo limitarli. Hanno questa qualità di comandare il gioco e di condizionare l'avversario a far quello che loro vogliono fare. Hanno la perfezione in alcuni momenti, anche quando hanno perso alcune partite, la potevano vincere e comunque ho visto la perfezione. In questi 2-3 anni non ho mai visto una partita in cui hanno perso ed era giusto così. Sarri, se avesse continuato a lavorare in banca, adesso sarebbe Ministro dell'Economia! Ha fatto qualcosa di micidiale, ti costringe ad allenamenti straordinari per cercare di fermare la sua squadra. Trova sempre le giuste contromisure per sottometterti alle loro volontà".

14.58 - "Mosse tattiche per sorprendere il Napoli? Se si vuole stare in cima, bisogna esser bravi senza scorciatoie. Non c'è la mossa che possa determinare l'andamento della partita. Devi andarli a sfidare essendo convinto che puoi avere la meglio in molte delle fasi di gioco. Noi ormai non ci possiamo più tirare indietro: non possiamo andar lì e tentare di sfruttare una sola situazione perchè loro non te lo permettono! Sono talmente bravi che devi creargli più problemi, noi abbiamo le qualità per farlo. Ci siamo dentro fino al collo ormai, ora bisogna andarli a sfidare e tentare di vincere la partita anche in casa loro, nella loro tana perchè è giusto così: non ci sono alternative, noi dobbiamo andare a giocare la partita senza valutare un solo comportamento".

15.01 - "3-1 con la mia Roma al San Paolo? A questi calciatori posso raccontare poche cose, basti pensare all'atteggiamento della squadra dopo aver subito il 2-2 nel derby. Loro vogliono imbottire la squadra di 'Interismo', si vede tutti i giorni. Sono determinati e l'hanno dimostrato dopo il secondo pareggio".

15.04 - Il Napoli gioca sempre allo stesso modo, può bastare la prestazione del derby per batterli? "Quelle prestazioni lì son di quelle che quando si arriva in fondo qualcosa in più mettono sul piatto: c'è anche il momento in cui abbiamo sofferto ed è stato bravo Handanovic e ci siamo difesi bene con ordine. Qualche situazione l'abbiamo concessa, quello fa parte di esser stati un po' 'disponibili' a subire. Nelle altre partite non abbiamo commesso quelle leggerezze. Secondo me quella col Milan è una gara di grande livello".

15.05 - "E' un caso che Napoli e Inter sono ai primi due posti con poco turnover? In questo caso c'è anche dell'altro: l'Inter ha lavorato bene con le scelte che ha fatto, gli azzurri sono da tre anni che lavorano sullo stesso progetto e con lo stesso telaio, che è un valore importantissimo. Il Napoli sono tre anni che fa calcio a questi livelli, manda a giro anche per l'Europa un messaggio importante: è uno spot per il nostro calcio. Non dimentichiamoci di tutto il resto, si commetterebbe un errore nel sottovalutare certe cose. A me il Napoli e Sarri stanno simpatici, ma bisogna arrivare davanti alla Juventus per vincere il campionato, è una roba tosta! C'è da giocare ancora trenta gare circa, la Roma è una squadra fortissima poi. La Lazio è dentro in questa lotta: non ve la mettete dietro le spalle, per il gioco acquisito e per il telaio composto da Inzaghi. Ci sono 6 squadre da zona Champions, con quelle dovremo giocarcela fino alla fine".

15.10 - "City-Napoli? Guardandola non trovo niente che mi sorprende del Napoli, secondo me sono perfetti. Ho guardato con curiosità il Manchester che conosco meno, poi Guardiola è uno bravo a trovare delle strategie particolari. Giravano palla a 3, il terzino sinistro non lo alzavano a livello degli attaccanti e lo tiravano dentro a fare il centrocampista, facendo abbassare la punta esterna: è stata una situazione tattica a cui il Napoli come sempre ha trovato le contromisure. Se il Napoli l'avesse pareggiata, magari in quel momento il City era un po' calato perchè credeva di averla fatta totalmente sua la gara, ma il Napoli è stato lo stesso dal 1' al 90' con insistenza e forza d'urto. Scappando tutti, una roba bestiale".

15.13 - "Napoli comanda il gioco anche contro avversari con calciatori molto più blasonati, contro squadre con un mercato importante: guardate la gara col City, quello che costa meno è pagato 40 milioni e ne avevano 4-5 in panchina! Lo stesso la Roma contro il Chelsea, questo è un segno che sono forti oltre ad essere allenate bene".

15.15 - "Andarcela a giocare con maggiore leggerezza rispetto al Napoli? Non venire te, stai a casa se la pensi così (risponde al giornalista, ndr)! Chi la pensa così, che ci stiano lontani. Abbondanza della rosa dei partenopei, peserà? Nessun peso, hanno giocato una gara infrasettimanale: noi non siamo moltissimi, siamo però perfetti per la stagione che dobbiamo fare".

15.22 - "Napoli-Inter, sfida bellezza vs pragmatismo? Sono d'accordo, loro son belli ma anche concreti: segnano tanto, han dato molte emozioni al loro splendido pubblico. Noi ci stiamo attrezzando: vedo le cose che migliorano di volta in volta. Può arrivare per noi un balzo più lungo che ci permetta di accorciare le differenze che ci sono, loro lavorano insieme da 3 anni con lo stesso tipo di calcio. Noi avevamo il vantaggio di avere a che fare con dei ragazzi che hanno assorbito subito le nostre richieste: risposta di assoluta qualità, vogliamo giocare partite belle che ci diano emozioni e questa è una di quelle".

15.24 - Termina la conferenza stampa di Luciano Spalletti.

VIDEO ALLEGATI
Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    35

    13
    11
    2
    0
  • JuventusCL

    31

    13
    10
    1
    2
  • RomaCL

    30

    12
    10
    0
    2
  • InterCL

    30

    12
    9
    3
    0
  • LazioEL

    28

    13
    9
    2
    2
  • SampdoriaEL

    26

    12
    8
    2
    2
  • Milan

    19

    13
    6
    1
    6
  • Torino

    18

    13
    4
    6
    3
  • Fiorentina

    17

    13
    5
    2
    6
  • 10º

    Chievo

    17

    13
    4
    5
    4
  • 11º

    Atalanta

    16

    12
    4
    4
    4
  • 12º

    Cagliari

    15

    13
    5
    0
    8
  • 13º

    Bologna

    14

    12
    4
    2
    6
  • 14º

    Udinese

    12

    13
    4
    1
    8
  • 15º

    Crotone

    12

    13
    3
    3
    7
  • 16º

    Sassuolo

    11

    13
    3
    2
    8
  • 17º

    Spal

    10

    13
    2
    4
    7
  • 18º

    GenoaR

    9

    13
    2
    3
    8
  • 19º

    VeronaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 20º

    BeneventoR

    0

    13
    0
    0
    13
Back To Top

Ti potrebbe interessare

PROSSIMO TURNO - Spezzatino in Serie A, trasferta delicata per il Napoli. Big match Olimpico, Juve in casa