Del Genio: "Per i rinnovi fondamentale la volontà di ADL e della squadra, Napoli sempre riconoscibile: vi spiego perché"

Le Interviste  

Paolo Del Genio, giornalista, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Radio Goal, trasmissione in onda su Radio Kiss Kiss Napoli. Ecco quanto evidenziato da CalcioNapoli24: “Nella gara d’andata il Napoli dominò la Fiorentina, poi alla fine del primo tempo Kalinic andava espulso ma l’arbitro non gli mostrò il rosso. Nel secondo tempo cambiò tutto, la Viola giocò bene e rischiammo anche di perdere. Fondamentale sia la volontà di ADL di innalzare il tetto ingaggi sia quella del gruppo: tutti vogliono restare per provarci. Per come gioca, il Napoli potrebbe anche indossare altre maglie e truccare i calciatori, per come gioca sarà sempre riconoscibile”. 

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    88

    37
    28
    4
    5
  • RomaCL

    84

    37
    27
    3
    7
  • NapoliCL

    83

    37
    25
    8
    4
  • LazioEL

    70

    37
    21
    7
    9
  • AtalantaEL

    69

    37
    20
    9
    8
  • Milan

    63

    37
    18
    9
    10
  • Inter

    59

    37
    18
    5
    14
  • Fiorentina

    59

    37
    16
    11
    10
  • Torino

    50

    37
    12
    14
    11
  • 10º

    Sampdoria

    48

    37
    12
    12
    13
  • 11º

    Sassuolo

    46

    37
    13
    7
    17
  • 12º

    Udinese

    45

    37
    12
    9
    16
  • 13º

    Cagliari

    44

    37
    13
    5
    19
  • 14º

    Chievo

    43

    37
    12
    7
    18
  • 15º

    Bologna

    41

    37
    11
    8
    18
  • 16º

    Genoa

    36

    37
    9
    9
    19
  • 17º

    Empoli

    32

    37
    8
    8
    21
  • 18º

    CrotoneR

    31

    37
    8
    7
    22
  • 19º

    PalermoR

    23

    36
    5
    8
    23
  • 20º

    PescaraR

    14

    36
    2
    8
    26
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Il Mattino - "Resti solo un anno". Il Napoli gela Reina, possibile la clamorosa rottura. Giuntoli accelera per Szczesny e Neto