Brignola, lo scopritore Mainolfi a CN24: "La Nazionale è nel suo futuro: vi rivelo tutto del suo passato"

Le Interviste  
Enrico Brignola, esterno del BeneventoEnrico Brignola, esterno del Benevento

Enrico Brignola, attaccante del Benevento, è stato autore di un'importante stagione che gli ha consentito di essere convocato dalla Nazionale Under 21. Accostato anche al Napoli, di lui ne abbiamo parlato con chi lo ha lanciato, Saby Mainolfi, è oggi direttore del settore giovanile della Juve Stabia. Queste le sue parole a Calcionapoli24: "Enrico ha iniziato nel 2003 a 4 anni, frequentava la Scuola Calcio Valle Telesina. Dalla categoria Pulcini ha giocato sempre con i ragazzi di due anni più grandi di lui. Ha avuto sempre la capacità di saltare l’avversario e creare superiorità numerica".

Contatti con la Roma?

"Fu seguito sia dall’As Roma, dallo Spezia, dalla Fiorentina ma non avendo l’età utile per uscire fuori regione, nel luglio 2011, lo cedemmo al Benevento Calcio per continuare la sua crescita sportiva in ambiente professionistico senza pensare ad un contesto economico, ma dandogli l'opportunità di confrontarsi con ragazzi del suo calibro. La trattativa fu concordata con il DG Mariotto e con il duo Calcaterra-De Simone, allora responsabili del settore giovanile del Benevento, ma anche con Daniele Petrone, in quel periodo osservatore del Benevento che contribuì in maniera significativa. Negli anni successivi, fino al raggiungimento del vincolo, subimmo pressioni da parte di tanti club, ma evitammo per rispetto del Benevento Calcio, storia certificata, poichè il segretario Antonio Gallo, persona perbene, è stato sempre messo al corrente di tutto e anche lui è stato determinante per il destino di Enrico".

Il suo cammino in Nazionale?

"In Nazionale è andato quando era U15 in Lega Pro, poi U17 Lega Pro, U17 di A e B e nei mesi scorsi l’U19 con la quale disputerà gli Europeri, quindi non credo che la maglia dell’Under 21 gli peserà sulle spalle o possa essere l’ultima che indosserà. Insomma un ragazzo che merita tutto, lo merita la famiglia che ha fatto tanti sforzi economici, nonostante abbia vissuto in difficoltà, qualcosina lo merita anche la società telesina che ha sempre messo a disposizione la sua struttura ad Enrico, considerando il divertimento del ragazzo e la sua voglia, nonostante ripeto le difficoltà della famiglia. È normale che Enrico si senta giallorosso, poichè fino a 12 anni difficilmente instauri quelle relazioni interpersonali che instauri a 16/20 anni, ma un buon consiglio da me lo ha sempre ascoltato come quando nel luglio del 2016, dopo che a giugno la Roma non aveva esercitato il diritto di riscatto, lo invitai a presentarsi al ritiro della Primavera giallorossa nel quale nei precedenti giorni non si era presentato, forse mal consigliato da qualcuno".

di Ciro Novellino

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    95

    38
    30
    5
    3
  • NapoliCL

    91

    38
    28
    7
    3
  • RomaCL

    77

    38
    23
    8
    7
  • InterCL

    72

    38
    20
    12
    6
  • LazioEL

    72

    38
    21
    9
    8
  • MilanEL

    64

    38
    18
    10
    10
  • Atalanta

    60

    38
    16
    12
    10
  • Fiorentina

    57

    38
    16
    9
    13
  • Torino

    54

    38
    13
    15
    10
  • 10º

    Sampdoria

    54

    38
    16
    6
    16
  • 11º

    Sassuolo

    43

    37
    11
    10
    16
  • 12º

    Genoa

    41

    38
    11
    8
    19
  • 13º

    Udinese

    40

    38
    12
    4
    22
  • 14º

    Chievo

    40

    38
    10
    10
    18
  • 15º

    Bologna

    39

    38
    11
    6
    21
  • 16º

    Cagliari

    39

    38
    11
    6
    21
  • 17º

    Spal

    38

    38
    8
    14
    16
  • 18º

    CrotoneR

    35

    38
    9
    8
    21
  • 19º

    VeronaR

    25

    38
    7
    4
    27
  • 20º

    BeneventoR

    21

    38
    6
    3
    29
Dapa Trasporti
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Sportitalia - Cech proposto ma il Napoli non ha ancora preso una decisione, Areola resta il favorito