Analizzando la differenza reti negativa del Napoli, mi rendo conto di quanto manchi Jorginho al Napoli

Le Interviste  
Analizzando la differenza reti negativa del Napoli, mi rendo conto di quanto manchi Jorginho al Napoli

Pierpaolo Marino, ex direttore sportivo del Napoli, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Rai Sport:

"La differenza reti del Napoli nelle prime tre partite è addirittura negativa ed è grave per una squadra che vuole essere antagonista della Juventus. Analizzando questo dato, parziale, mi è venuta in mente la mancanza di Jorginho per l'equilibrio che dava al Napoli e che attualmente manca alla squadra".

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    12

    4
    4
    0
    0
  • logo SpalSpalCL

    9

    4
    3
    0
    1
  • logo NapoliNapoliCL

    9

    4
    3
    0
    1
  • logo SassuoloSassuoloCL

    7

    4
    2
    1
    1
  • logo SampdoriaSampdoriaEL

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo FiorentinaFiorentinaEL

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo GenoaGenoa

    6

    3
    2
    0
    1
  • logo LazioLazio

    6

    4
    2
    0
    2
  • logo RomaRoma

    5

    4
    1
    2
    1
  • 10º

    logo TorinoTorino

    5

    4
    1
    2
    1
  • 11º

    logo UdineseUdinese

    5

    4
    1
    2
    1
  • 12º

    logo CagliariCagliari

    5

    4
    1
    2
    1
  • 13º

    logo AtalantaAtalanta

    4

    4
    1
    1
    2
  • 14º

    logo InterInter

    4

    4
    1
    1
    2
  • 15º

    logo MilanMilan

    4

    3
    1
    1
    1
  • 16º

    logo EmpoliEmpoli

    4

    4
    1
    1
    2
  • 17º

    logo ParmaParma

    4

    4
    1
    1
    2
  • 18º

    logo BolognaBolognaR

    1

    4
    0
    1
    3
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    1

    4
    0
    1
    3
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    -1

    4
    0
    2
    2
Dapa Trasporti
Giuseppe Annone
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Gazzetta: "Il Napoli si è ritrovato fragile dinanzi ai suoi stessi difetti a Belgrado. Ancelotti pretende una squadra con più identità, ma le statistiche gli consigliano il 4-3-3"