Altobelli a CN24: "Tardelli esempio per tutti, ma non esiste più un calciatore come lui: guardate chi gioca in nazionale..."

Le Interviste  

Un momento particolare per il Napoli, un momento altrettanto particolare anche per l'Inter. Siamo alla vigilia del big match che si giocherà domani sera allo stadio San Paolo tra la squadra di Sarri e quella di Pioli. Ne abbiamo parlato con chi la maglia dell'Inter l'ha vestita e ha scritto pagine indelebili del calcio italia, Alessandro Altobelli. Tra le altre cose ha parlato dei cambiamenti del calcio moderno: “I tifosi di oggi, quelli che hanno visto rimpiangono, quelli che non hanno visto hanno perso tanto. Il calcio prima era professionalità, amore e sacrificio. Oggi è cambiato un po', ma è sempre bello. Mi piace sempre”.

Il gol entrato nella Galleria d’arte è quello dell’82, qual è l’altro che nella sua testa è indimenticabile?

“Ce ne sono tanti. Ne ho fatti 300 e sono tutti belli. Ci sono gol di tacco, di testa, di rovesciata: di tutti i colori. Quello più importante è certamente quello dell''82 anche se dietro quel gol c'era una bell'azione e tanta testa. Potevo sbagliarlo benissimo, ci ho pensato tanto...”

E' un altro cliché: il calcio di allora era più lento, ma la differenza è solo quella?

“Non è proprio così. Non era lento. Ti chiedo, paragonandolo agli anni ottanta, quale può essere un simbolo del calcio moderno?”

Il centrocampista?

“Esatto! Un centrocampista che lotta, che corre che salta. Lasciamo stare Messi e Ronaldo, altrimenti con Maradona hanno già perso in partenza. Il calcio di ieri, era fisico tecnico e tattico. Avevi sempre due uomini attaccati se non tre. Il simbolo di quegli anni era Tardelli: sapeva fare tutte e due le fasi. Marcava i Rivera, i Beccalossi, tutti i giocatori con maglia 10 più forti al mondo. Li marcava ma andava anche a fare gol. Se noi oggi guardiamo a queste caratteristiche, non c'è un calciatore in grado di saperlo fare. Oggi nella Nazionale italiana guarda chi gioca. Non era un calcio lento, ma quello di oggi è un calcio scaduto”.

RIPRODUZIONE RISERVATA

Clicca qui per leggere l'intera intervista

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    80

    32
    26
    2
    4
  • RomaCL

    72

    32
    23
    3
    6
  • NapoliCL

    71

    33
    21
    8
    4
  • LazioEL

    64

    33
    19
    7
    7
  • AtalantaEL

    63

    33
    19
    6
    8
  • Milan

    58

    33
    17
    7
    9
  • Inter

    56

    33
    17
    5
    11
  • Fiorentina

    55

    33
    15
    10
    8
  • Torino

    48

    33
    12
    12
    9
  • 10º

    Sampdoria

    45

    33
    12
    9
    12
  • 11º

    Udinese

    43

    33
    12
    7
    14
  • 12º

    Chievo

    38

    33
    11
    5
    17
  • 13º

    Cagliari

    38

    33
    11
    5
    17
  • 14º

    Sassuolo

    36

    33
    10
    6
    17
  • 15º

    Bologna

    35

    33
    9
    8
    16
  • 16º

    Genoa

    30

    32
    7
    9
    16
  • 17º

    Empoli

    29

    33
    7
    8
    18
  • 18º

    CrotoneR

    24

    33
    6
    6
    21
  • 19º

    PalermoR

    16

    33
    3
    7
    23
  • 20º

    PescaraR

    14

    32
    2
    8
    22
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Inter, dirigenti imbestialiti per il KO: già deciso l'esonero di Pioli