SSC Napoli, il pagellone di fine ritiro: Fabián il migliore, che sorpresa! Verdi e Insigne sugli scudi e il nuovo Hysaj, damned Inglese e la rivelazione Luperto

In Ritiro fonte : dai nostri inviati a Dimaro-Folgarida, Russo, Novellino, Guardasole, Pantaleo
I calciatori della SSC Napoli salutano i tifosi, termina il ritiro di Dimaro - FolgaridaI calciatori della SSC Napoli salutano i tifosi, termina il ritiro di Dimaro - Folgarida

DIMARO-FOLGARIDA (TN) - Termina il ritiro della SSC Napoli in quel di Dimaro-Folgarida, ventuno giorni di allenamenti sul campo di Carciato, sempre strapieno di tifosi azzurri pronti a sostenere la squadra allenata da Carlo Ancelotti, per la prima volta sulla panchina dei partenopei.

SSC NAPOLI, IL PAGELLONE DEL RITIRO DI DIMARO - FOLGARIDA

La SSC Napoli ha disputato, oltre ai tanti allenamenti sul campo di Dimaro-Folgarida, anche tre amichevoli: Napoli-Gozzano 4-0Napoli-Carpi 5-1Napoli-Chievo 2-0, partite che hanno già evidenziato la mano del nuovo tecnico, Ancelotti. Di seguito, vi proponiamo il pagellone di fine ritiro di CalcioNapoli24 con i voti e i commenti al lungo ritiro del Napoli del 2018 di ogni calciatore azzurro:

PORTIERI

  • KARNEZIS 6 - Sarà il vice di Meret, vice di esperienza che nel corso del ritiro ha mostrato le sue doti: tante ottime parate con tuffi di ottima reatività, sia nelle tantissime partitelle di questo ritiro che nelle tre amichevoli (anche se, col Gozzano, non ha neanche sporcato i guantoni). Ha impresso sicurezza, è quello che serve a Carlo Ancelotti e ai tifosi dal ruolo che veste il greco.
  • CONTINI 6 - Futuro da terzo portiere del Napoli? Perchè no, Nikita ce l'ha messa tutta in questo ritiro per farsi trovare pronto nell'eventualità, ma le offerte non mancano e un'avventura in Serie B lo farebbe crescere piuttosto che restare seduto in panchina in azzurro. Rendimento in ritiro sufficiente, sempre chiamato in causa in partitella e protagonista con lo sparapalloni di Nista.
  • MARFELLA 6 - Esperienza importante per il classe '99 che rimasto con la Prima Squadra per l'intero ritiro, esperienza in cui si è sempre messo a disposizione della squadra, protagonista in tutti gli allenamenti e in tutte le partitelle. Solo 10' col Gozzano nelle tre amichevoli azzurre, ma questo ritiro non lo dimenticherà: mostrate buone doti e personalità per un futuro che non può che essere roseo...
  • MERET sv - Soltanto 24 ore di allenamenti, poi già l'11 luglio si frattura il terzo medio dell'ulna sinistra. La fortuna non è dalla sua parte, ma è, sarà e dimostrerà di essere il titolare del presente e del futuro del Napoli. Carlo Ancelotti è stato chiaro, così come De Laurentiis. E il portiere classe '97 ha dimostrato di essere già maturo: si opera e torna subito a Dimaro, serve a farlo integrare nel gruppo e monitorarne il recupero dallo staff azzurro. E Alex risponde benissimo: prima lavora quotidianamente agli arti inferiori in palestra, poi toglie il gesso nell'ultima settimana di ritiro e ogni giorno, senza l'immobilizzazione, si presenta al campo di Carciato a lavorare con continuità per non perdere il treno azzurro.

DIFENSORI

  • HYSAJ 7 - Tra i più costanti, non ha di fatto saltato un solo allenamento ed è stato, come al solito, impeccabile in fase difensiva. Ancelotti, però, chiede ai terzini di essere molto alti ed anche in fase offensiva ha messo in mostra ottime doti, dimostrando di poter essere un elemento fondamentale per il Napoli anche nella prossima stagione.
  • TONELLI 6 - Solita applicazione da parte dell’ex Empoli, che non ha avuto troppo spazio (va verso la cessione) ma comunque contro il Chievo Verona è riuscito a trovare la via del gol. Qualche noia fisica di troppo in questo ritiro, ma il bilancio non può che essere sufficiente.
  • CHIRICHES 6 - Anche lui ha dovuto fare i conti con alcuni piccolo intoppi fisici e con alcune sedute di allenamento in palestra, ma le indicazioni offerte sono molto positive e fanno ben sperare.
  • RAUL ALBIOL 6.5 - Diverse sessioni di allenamento personalizzate per lui, che però in campo è sempre stato tra i migliori: mai una sbavatura, si conferma come uno dei principali leader di questo spogliatoio.
  • MAKSIMOVIC 6 - Ancelotti si fida molto di lui ed ora, nelle gerarchie del tecnico, è il terzo centrale difensivo alle spalle di Albiol e Koulibaly. Qualche sbavatura, anche se non grave, nelle prime due uscite, mentre con il Chievo è stato praticamente impeccabile. Potrebbe essere la stagione del rilancio.
  • KOULIBALY 6,5 - Arrivato a Dimaro-Folgarida solo nell’ultima settimana di ritiro dopo le fatiche del Mondiale e le meritate vacanze, ha subito trovato un’ottima condizione mettendo in mostra tutto il suo potenziale: un muro invalicabile, in allenamento come in partita.
  • MARIO RUI 6 - Anche lui, come il senegalese, ha preso parte al ritiro solo nella fase finale e, nonostante ciò, ha dimostrato ieri di aver recepito in maniera perfetta i dettami tattici di Ancelotti. Bene, infatti, in fase di spinta contro il Chievo Verona ed attento anche in copertura.
  • LUPERTO 6,5 - È lui la principale rivelazione di questo ritiro. Provato nell’inedito ruolo di terzino sinistro, lui, centrale difensivo, si è disimpegnato alla grandissima facendo vedere anche discrete doti in fase offensiva. Un jolly importante che potrà rivelarsi un elemento importante per il Napoli del futuro.
  • GHOULAM sv - Servirà ancora un mese o più per rivederlo in gruppo, ma ai tifosi ha già fatto piacere vederlo scendere sul terreno di gioco di Carciato, passeggiare con un membro dello staff una volta al giorno nell'ultima settimana di ritiro lungo la pista d'atletica. 

CENTROCAMPISTI

  • ALLAN 6.5 – Moto perpetuo, instancabile, sin dal primo giorno. Il suo ruolo è quello di mezzala, si sa, ma Ancelotti lo riscopre terzino destro e con ottimi risultati. Conferma.
  • DIAWARA 6.5 – Il ruolo di centrale di centrocampo è suo, è nato per essere lì. Cresciuto fisicamente rispetto allo scorso anno, è diventato ancora più calciatore fisico. Avviso, inutile transitare da lì, Amadou non vi lascia passare. Fondamentale.
  • FABIÁN RUIZ 7,5 – Una vera sorpresa. Si presenta ai tifosi con un gol da cineteca al Gozzano, poi esprime tutte le sue doti. Giocatore di qualità e quantità, Ancelotti lo schiera mezzala sinistra e lui risponde sempre presente. Stupendo!
  • GRASSI 6.5 – Ad Ancelotti piace e tanto, lui ci mette del suo per farsi apprezzare. Tanta corsa e impegno, ma non basta per scalare le gerarchie. Da centrocampista a terzino, anche per lui un cambio ruolo. Ci sarà cessione, si attendono offerte concrete.
  • HAMSIK 6 – Cambia ruolo, inizia la nuova era dello slovacco. Sembra essere sin da subito a suo agio, ma le difficoltà non mancano: forse un po' di rapidità. Ancelotti non vuole perdere la sua qualità migliore: l'inserimento e gli concede tanto spazio, e lui ringrazia di gusto. Per il capitano c'è ancora da lavorare, per lui ancora un lungo futuro...
  • ROG 6 – Il calciatore più discusso del periodo Sarri. Il croato ha fame di giocare, e si vede, ma anche voglia di emergere. Quella panchina gli sta stretta, con Ancelotti la possibilità concreta di affermarsi. E allora corsa e grinta, con il Chievo una partita di carattere, ma il bello deve ancora venire. Furioso.
  • ZIELINSKI sv – Arriva tra gli applausi a Dimaro-Folgarida, ma è costretto a fermarsi sin da subito. Punta nel terreno del piede e movimento innaturale della caviglia: 2 settimane di stop. Sfortunato!

ATTACCANTI

  • MILIK 6 - Da rivedere dal punto di vista fisico, ma giustamente dopo una sola settimana di lavoro. Tecnicamente ha i mezzi per sfondare, la questione ed il punto interrogativo finiscono sulle sue condizioni fisiche: deve evitare che il detto ‘non c’è due senza tre’ si applichi anche alle sue ginocchia.
  • INSIGNE 7 - Lorenzino capitano in pectore, la fascia bene o male è sul suo braccio in co-abitazione con Marek Hamsik. Qualità, eleganza, originalità, idee senza troppi fronzoli. Non può non essere la guida del Napoli di Carlo Ancelotti, sulle sue spalle c’è anche tutto l’amore dei suoi concittadini.
  • INGLESE 6,5 - Mezzo voto in più per l’umiltà e la modestia con la quale si è inserito all’interno di un ambiente che avrà dubbi sulle sue capacità per un po’ di tempo. Certo si sbatte, si danna per arrivare su ogni pallone: i mezzi tecnici non sono di primissimo livello, ma la disponibilità sì.
  • OUNAS 6,5 - Ecco, su Adam forse vale la pena puntare un euro per la stagione che inizierà ufficialmente tra qualche settimana. Carlo Ancelotti ha dimostrato di puntare molto sul franco-algerino, adesso bisognerà soltanto trovargli spazio. Il dribbling c’è, la continuità non ancora ma si può essere ottimisti.
  • VERDI 7 - Scommettiamo che stupirà tutti? La capacità di tirare indistintamente di destro e di sinistro è impressionante e sarà utilissima anche sui calci piazzati. Si è già calato nella realtà partenopea, i tifosi lo ameranno.
  • CALLEJON 6 - Sufficienza che può salire, certo. Però ci ha messo qualche giorno di più per digerire la nuova posizione e soprattutto i nuovi compiti e movimenti offensivi che gli toccano con Ancelotti. E’ un diesel, migliorerà
  • YOUNES sv - Rispetto alla baraonda attorno al suo trasferimento, vederlo sorridere è già qualcosa. Si è fatto male prima di Dimaro-Folgarida, tornerà nei prossimi mese: chissà se rientra nei progetti.

di Claudio Russo, Manuel Guardasole, Ciro Novellino e Gaetano Pantaleo

RIPRODUZIONE RISERVATA ©

Altre Notizie
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    34

    12
    11
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    28

    12
    9
    1
    2
  • logo InterInterCL

    25

    12
    8
    1
    3
  • logo LazioLazioCL

    22

    12
    7
    1
    4
  • logo MilanMilanEL

    21

    12
    6
    3
    3
  • logo RomaRomaEL

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo SassuoloSassuolo

    19

    12
    5
    4
    3
  • logo AtalantaAtalanta

    18

    12
    5
    3
    4
  • logo FiorentinaFiorentina

    17

    12
    4
    5
    3
  • 10º

    logo TorinoTorino

    17

    12
    4
    5
    3
  • 11º

    logo ParmaParma

    17

    12
    5
    2
    5
  • 12º

    logo SampdoriaSampdoria

    15

    12
    4
    3
    5
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    14

    12
    3
    5
    4
  • 14º

    logo GenoaGenoa

    14

    12
    4
    2
    6
  • 15º

    logo SpalSpal

    13

    12
    4
    1
    7
  • 16º

    logo BolognaBologna

    10

    12
    2
    4
    6
  • 17º

    logo UdineseUdinese

    9

    12
    2
    3
    7
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    9

    12
    2
    3
    7
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    7

    12
    1
    4
    7
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    0

    12
    0
    3
    9
Dapa Trasporti
Antonio Barbato - Consulente del Lavoro
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare