Martedi 29 Luglio 2014, 00:29

In Evidenza | pubblicato da il

IL PARADOSSO - Durante la rizollatura arrivano gli sposini col bollettino pagato: servizio fotografico con gli operai a torso nudo

Il Comune incassa e fa entrare gli sposini, nonostante i lavori per il prato

stampa l'articolo riduci la dimensione del testo ingrandisci la dimensione del testo
Il Comune incassa e fa entrare gli sposini, nonostante i lavori per il prato

Matrimonio allo stadio San Paolo, ciak si gira. Nonostante siano i giorni più difficili per il manto erboso, nonostante gli sposi abbiano scelto di fare il servizio fotografico nella giornata in cui c’è il sopralluogo dell’agronomo della Lega. Nonostante ci sia un andirivieni di operai che scaricano zolle per ricoprire nel più breve tempo possibile seimilacinquecento metri quadri di terreno. Incombe la partita con il Parma, bisogna evitare lo spettacolo indecente della gara con la Fiorentina. Il Napoli Calcio commissiona ottocento zolle che arrivano da Brescia, l’input della Lega è stato chiaro: si deve rizollare tutto. E tra sopralluoghi e scarico di rotoloni di prato, c’è una coppia di sposi che fa capolino all’ingresso del campo per un servizio fotografico. Lo ha concordato con gli uffici comunali, proprietari dell’impianto.

Ha persino pagato un bollettino da sessantacinque euro e, certo, non ammette rinvii. Ciak si gira, dunque. Tra la curiosità degli operai e degli agronomi. Tra lo stupore generale per una situazione che vista da fuori sembra addirittura paradossale.

Il campo un po’ verde ed un po’ no; operai a dorso nudo che aggiustano rettangoli di prato e la fotografia di due sposi nel giorno più bello della loro vita. Lo stadio-cantiere, insomma, non ha scoraggiato i due sposini, nonostante avessero (anche loro) visto in tv le immagini terribili di Napoli-Fiorentina. Il Comune all’inizio dell’estate aveva introdotto la «tassa» sulle foto dei matrimoni. Un bollettino da sessantacinque euro da versare nelle casse di palazzo San Giacomo e la compilazione di un modulo. Bene aver interrotto la prassi consolidata da anni secondo cui bastava che gli sposini pagassero una mazzetta al dipendente comunale di turno per entrare e farsi immortalare con lo sfondo dello stadio, ma il Comune non sarebbe certo andato in miseria se avesse evitato il servizio fotografico nel giorno della rizollatura del terreno di gioco. Gli sposi hanno dovuto perdere un po’ di tempo in più per trovare l’inquadratura più «verde», gli operai, invece, molto di più. La foto dove fa gol Cavani o dove De Sanctis para un rigore non ha prezzo anche se l’erba non è più verde. Il prezzo c’è e lo stabilisce il Comune, nè Cavani o De Sanctis. Pochi spiccioli, pazienza se poi si rischia di mandare a monte l’operazione rinascita del prato.

Fonte : Corriere del Mezzogiorno

Diventa subito fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!

 
 » Classifiche
  • Juventus

    102

  • Roma

    85

  • Napoli

    78

  • Fiorentina

    65

  • Inter

    60

  • Parma

    58

  • Torino

    57

  • Milan

    57

  • Lazio

    56

  • H.Verona

    54

  • Atalanta

    50

  • Sampdoria

    45

  • Genoa

    44

  • Udinese

    44

  • Cagliari

    39

  • Chievo

    36

  • Sassuolo

    34

  • Catania

    32

  • Bologna

    29

  • Livorno

    25

  • Immobile

    21

  • Toni

    19

  • Tevez

    19

  • Higuain

    17

  • Berardi

    16

  • Paulinho

    15

  • Palacio

    15

  • Llorente

    15

  • Rossi

    15

  • Gilardino

    14

  • Balotelli

    14

  • Callejon

    13

  • Destro

    13

  • Cerci

    13

  • Di Natale

    13

  • Paloschi

    13

  • Denis

    12

  • Candreva

    12

  • Cassano

    12

  • Vidal

    11