Mercoledi 30 Luglio 2014, 23:13

In Evidenza | pubblicato da il

De Laurentiis- Unicredit, il progetto Napoli decolla in Cina. E la Lega benedice Aurelio..

Il patron azzurro coinvolge la banca nel progetto Napoli in Asia e la Lega Calcio si affida a De Laurentiis per aprire le frontiere del nostro calcio in Cina

stampa l'articolo riduci la dimensione del testo ingrandisci la dimensione del testo
Il patron azzurro coinvolge la banca nel progetto Napoli in Asia e la Lega Calcio si affida a De Laurentiis per aprire le frontiere del nostro calcio in Cina

Aprire nuovi orizzonti, ma soprattutto nuove strade imprenditoriali. Aurelio De Laurentiis ieri è partito per la Cina, per sviluppare progetti di cinema e calcio. Il patron è volato verso Pechino per studiare nuovi mercati e il fatto che il Napoli tra qualche mese abbia la possibilità di giocare la Supercoppa italiana nel Paese asiatico, ha sicuramente influito sul viaggio di De Laurentiis.
Una missione organizzata nei minimi dettagli, al punto che il patron si è fatto preparare un progetto per la diffusione del calcio e del cinema in Cina, anche attraverso un’analisi di mercato. Nulla di nuovo, ma a finanziare l’idea del produttore cinematografico potrebbe essere Unicredit, la banca che ha tanti interessi nel mondo del calcio e ce potrebbe averne anche nel Napoli.
Un’operazione ‘benedetta’ dalla Lega calcio, anche perché Beretta, presidente della “confindustria” della serie A, ha il doppio incarico nel mondo del calcio e nella banca che gli ha affidato la carica di responsabile identity e comunication.


Operazioni nel mondo del calcio che da tempo coinvolgono Unicredit, con un ruolo attivo nella Roma, al punto da possedere quote ed effettuare una ricapitalizzazione per dar vita al progetto italo-americano di Dibenedetto.


La stessa banca ha anche effettuato anticipazioni finanziarie per la Lazio nel 2010. Insomma, un ruolo attivo nel mondo del calcio che adesso potrebbe vedere il coinvolgimento nel Napoli cinese di De Laurentiis, un presidente che è all’avanguardia sui nuovi mercati e che più volte, in questi anni, ha sottolineato come la Cina e l’India siano le superpotenze economiche del futuro, non fosse altro per la popolazione e la loro produzione. Il presidente del Napoli resterà un mese in Cina, rientrerà per la finale di coppa Italia del prossimo 20 maggio allo stadio Olimpico di Roma, per godersi quello che potrebbe essere il primo trofeo della sua gestione. L’attesa è alta e una vittoria porterebbe di diritto il Napolia  giocare a Pechino (anche una sconfitta, ma solo in caso di scudetto alla Juventus), dove il produttore cinematografico preferirebbe avere il pubblico a favore, ma soprattutto promuovere il brand Napoli in giro per il mondo, cosa che si è sempre prefissato fin dal suo arrivo alla guida della società, che ha portato dalla serie C agli ottavi di finale di Champions League. Un bel salto, non c’è che dire.

Fonte : Luigi Capasso per Resport

Diventa subito fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!

 
 » Classifiche
  • Juventus

    102

  • Roma

    85

  • Napoli

    78

  • Fiorentina

    65

  • Inter

    60

  • Parma

    58

  • Torino

    57

  • Milan

    57

  • Lazio

    56

  • H.Verona

    54

  • Atalanta

    50

  • Sampdoria

    45

  • Genoa

    44

  • Udinese

    44

  • Cagliari

    39

  • Chievo

    36

  • Sassuolo

    34

  • Catania

    32

  • Bologna

    29

  • Livorno

    25

  • Immobile

    21

  • Toni

    19

  • Tevez

    19

  • Higuain

    17

  • Berardi

    16

  • Paulinho

    15

  • Palacio

    15

  • Llorente

    15

  • Rossi

    15

  • Gilardino

    14

  • Balotelli

    14

  • Callejon

    13

  • Destro

    13

  • Cerci

    13

  • Di Natale

    13

  • Paloschi

    13

  • Denis

    12

  • Candreva

    12

  • Cassano

    12

  • Vidal

    11