Martedi 28 Aprile 2015, 04:02

In Evidenza | pubblicato da il

De Laurentiis- Unicredit, il progetto Napoli decolla in Cina. E la Lega benedice Aurelio..

Il patron azzurro coinvolge la banca nel progetto Napoli in Asia e la Lega Calcio si affida a De Laurentiis per aprire le frontiere del nostro calcio in Cina

stampa l'articolo riduci la dimensione del testo ingrandisci la dimensione del testo
Il patron azzurro coinvolge la banca nel progetto Napoli in Asia e la Lega Calcio si affida a De Laurentiis per aprire le frontiere del nostro calcio in Cina

Aprire nuovi orizzonti, ma soprattutto nuove strade imprenditoriali. Aurelio De Laurentiis ieri è partito per la Cina, per sviluppare progetti di cinema e calcio. Il patron è volato verso Pechino per studiare nuovi mercati e il fatto che il Napoli tra qualche mese abbia la possibilità di giocare la Supercoppa italiana nel Paese asiatico, ha sicuramente influito sul viaggio di De Laurentiis.
Una missione organizzata nei minimi dettagli, al punto che il patron si è fatto preparare un progetto per la diffusione del calcio e del cinema in Cina, anche attraverso un’analisi di mercato. Nulla di nuovo, ma a finanziare l’idea del produttore cinematografico potrebbe essere Unicredit, la banca che ha tanti interessi nel mondo del calcio e ce potrebbe averne anche nel Napoli.
Un’operazione ‘benedetta’ dalla Lega calcio, anche perché Beretta, presidente della “confindustria” della serie A, ha il doppio incarico nel mondo del calcio e nella banca che gli ha affidato la carica di responsabile identity e comunication.


Operazioni nel mondo del calcio che da tempo coinvolgono Unicredit, con un ruolo attivo nella Roma, al punto da possedere quote ed effettuare una ricapitalizzazione per dar vita al progetto italo-americano di Dibenedetto.


La stessa banca ha anche effettuato anticipazioni finanziarie per la Lazio nel 2010. Insomma, un ruolo attivo nel mondo del calcio che adesso potrebbe vedere il coinvolgimento nel Napoli cinese di De Laurentiis, un presidente che è all’avanguardia sui nuovi mercati e che più volte, in questi anni, ha sottolineato come la Cina e l’India siano le superpotenze economiche del futuro, non fosse altro per la popolazione e la loro produzione. Il presidente del Napoli resterà un mese in Cina, rientrerà per la finale di coppa Italia del prossimo 20 maggio allo stadio Olimpico di Roma, per godersi quello che potrebbe essere il primo trofeo della sua gestione. L’attesa è alta e una vittoria porterebbe di diritto il Napolia  giocare a Pechino (anche una sconfitta, ma solo in caso di scudetto alla Juventus), dove il produttore cinematografico preferirebbe avere il pubblico a favore, ma soprattutto promuovere il brand Napoli in giro per il mondo, cosa che si è sempre prefissato fin dal suo arrivo alla guida della società, che ha portato dalla serie C agli ottavi di finale di Champions League. Un bel salto, non c’è che dire.

Fonte : Luigi Capasso per Resport

Diventa subito fan di CalcioNapoli24 e seguici su Facebook!

 » Classifiche
  • Juventus

    73

  • Lazio

    59

  • Roma

    58

  • Napoli

    56

  • Sampdoria

    50

  • Fiorentina

    49

  • Genoa

    47

  • Torino

    47

  • Inter

    45

  • Milan

    43

  • Palermo

    41

  • H.Verona

    39

  • Udinese

    38

  • Chievo

    37

  • Sassuolo

    36

  • Empoli

    35

  • Atalanta

    31

  • Cagliari

    24

  • Cesena

    23

  • Parma

    16

  • Carlos Tévez

    18

  • Mauro Icardi

    17

  • Luca Toni

    17

  • Jérémy Menez

    16

  • Gonzalo Higuaín

    15

  • Fabio Quagliarella

    13

  • Paulo Dybala

    13

  • Manolo Gabbiadini

    12

  • Antonio Di Natale

    11

  • José Callejón

    11

  • Miroslav Klose

    11

  • Domenico Berardi

    11

  • Felipe Anderson

    10

  • Cyril Théréau

    9

  • Stefano Mauri

    9

  • Éder

    9

  • Massimo Maccarone

    9

  • Iago Falque

    9

  • Adem Ljajic

    8

  • Simone Zaza

    8