Bellinazzo a CN24: "Parma-Verona, quel collegamento che fece retrocedere gli azzurri. Napoli? Quasi 100mln in cassa, ma non si può dipendere solo da un gol" [VIDEO]

Esclusive fonte : dal nostro inviato, Ciro Novellino
Marco Bellinazzo, giornalistaMarco Bellinazzo, giornalista
Il calcio italiano è stato contaminato da tutte le nefandezze che hanno attraversato e rovinato l'Italia negli ultimi decenni. La serie A avrebbe potuto essere la prima lega a dotarsi di stadi all'avanguardia, pensati per il calcio e il suo business, e invece l'appuntamento storico di Italia '90 si è trasformato in un disastro nazionale, con un fiume di soldi e corruttele che ha partorito impianti, nel migliore dei casi, inadeguati. I miliardi piovuti sul campionato italiano grazie alle pay tv non sono stati impiegati in investimenti a lungo termine, nella costruzione di strutture sportive e vivai in grado di garantire il futuro del football tricolore. Si sono invece riversati su giocatori e procuratori, oppure sono stati sottratti dalle casse dei club per coprire i dissesti delle aziende. Marco Bellinazzo, giornalista de Il Sole 24 Ore, tocca tutti questi temi nel suo ultimo libro 'La fine del calcio italiano. Perché siamo fuori dai Mondiali e come possiamo tornarci da protagonisti', presentato in anteprima a Torre Annunziata al Nettuno Lounge Beach. La redazione di CalcioNapoli24 l'ha intervistato: "Un libro che nasce subito dopo la delusione dall'estromissione dai Mondiali. Attraversa la storia del calcio dagli anni '90 in poi. Non è un suicidio ma un omicidio del calcio. Avevamo avuto la possibilità di essere il miglior calcio di Europa e si è sprecato tutto con delitti che disegnano uno scenario inquietante da conoscere però per ricostruire".
 
Anni '90, il calcio italiano era il migliore: aveva grandi campioni e il Mondiale. Investimenti che forse sono stati fatti in maniera errata, un qualcosa di diverso rispetto a ciò che invece doveva prevederli
"E' cominciato tutto così. Il primo capitolo racconta di Italia '90 e dell'opportunità sprecata. Potevamo avere qui stadio e strutture proiettate al futuro, innovative, ma gli stadi erano già vecchi per l'epoca. Simbolo su tutto sono le piste di atletica. Molti stadi, essendo comunali, dovevano essere polifunzionali. Intorno a quello, sprechi, tangenti e appalti truccati. Italia '90 è alla base di Tangentopoli e dell'economia e politica italiana"
 
Nel libro un passo che riguarda il Napoli e la storia azzurra. Un accordo, Parma-Verona che condanna gli azzurri alla retrocessione...
"Un po' una scoperta che ho fatto leggendo le carte. Un collegamento tra il crack Parmalat e la retrocessione del Napoli di Corbelli e Ferlaino e poi di Naldi. Napoli già in difficoltà, ma che con quella retrocessione perde 30mln dai diritti tv. Retrocede per una partita che il Verona vince a Parma: le accuse azzurre riguardano il presidente Tanzi che aveva comprato, attraverso Pastorello, da prestanome, il Verona. In quel periodo furono derisi da Carraro in particolare. Qualche anno dopo, l'inchiesta porta a scoprire che una parte dei soldi delle obbligazioni Parmalat, furono usate da Tanzi e Pastorello per comrpare il club. Dopo qualche anno è arrivato il patteggiamento che non è ammissione di colpevolezza, ma che molto si avvicina".
 
Tesoretto, quello di De Laurentiis che dovrebbe ammontare oggi a circa 110mln di euro
"Si, qualcosa in meno visto che la stagione si chiude con 15mln, scende un po' ma è un grande tesoro da far fruttare ma anche custodire per le perdite del futuro. C'è un bel mucchio di soldi da investire".
 
Perchè il Napoli non vince, è solo una questione finanziaria. Serve investire in maniera diversa?
"L'importante, se si vuole dare continuità al progetto, è investire sul futuro: sulle strutture e i giovani. De Laurentiis ha altre idee, gli va riconosciuto merito, ma indubbiamente le carenze strutturali pesano sul bilancio. Il Napoli potrebbe avere un respiro corto nei prossimi anni se non si programma e se si vuole basare tutto su una palla che entra o che esce. Il Napoli ha programmato bene nei primi anni, ma senza strutture si incontrano difficoltà".
 
Clicca sul player per vedere le immagini.
 
RIPRODUZIONE RISERVATA
FOTO ALLEGATE
VIDEO ALLEGATI
Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo AtalantaAtalantaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo BolognaBolognaCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo CagliariCagliariCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo ChievoChievoCL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo EmpoliEmpoliEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo FiorentinaFiorentinaEL

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo FrosinoneFrosinone

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo GenoaGenoa

    0

    0
    0
    0
    0
  • logo InterInter

    0

    0
    0
    0
    0
  • 10º

    logo JuventusJuventus

    0

    0
    0
    0
    0
  • 11º

    logo LazioLazio

    0

    0
    0
    0
    0
  • 12º

    logo MilanMilan

    0

    0
    0
    0
    0
  • 13º

    logo NapoliNapoli

    0

    0
    0
    0
    0
  • 14º

    logo ParmaParma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 15º

    logo RomaRoma

    0

    0
    0
    0
    0
  • 16º

    logo SampdoriaSampdoria

    0

    0
    0
    0
    0
  • 17º

    logo SassuoloSassuolo

    0

    0
    0
    0
    0
  • 18º

    logo SpalSpalR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 19º

    logo TorinoTorinoR

    0

    0
    0
    0
    0
  • 20º

    logo UdineseUdineseR

    0

    0
    0
    0
    0
Dapa Trasporti
Giuseppe Annone
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Del Genio: "Ora è il momento di dire Forza Napoli! Ancelotti è stato chiaro, c'è una frase che racchiude tutto"