Strinic, poche settimane per cambiare ogni scenario...

Editoriale fonte : di Armando Fico per CalcioNapoli24.it

Titolare da tre partite di fila, lo strano caso di Ivan Strinic è uno dei temi tattici più interessanti che si registrano dalle parti di Castel Volturno. Il croato, che aveva iniziato la sua stagione come al solito in chiaroscuro, da metà marzo è diventato invece un calciatore insostituibile; il tutto ai danni del “titolarissimo” Ghoulam, da sempre il preferito di Maurizio Sarri sulla fascia sinistra.  

Il motivo del suo impiego più frequente nell’ultimo periodo (ha saltato solo Empoli ed il ritorno in coppa contro la Juventus) però non è da addebitare semplicemente allo scadente stato di forma del suo collega algerino. Infatti, alla base di tutto c’è una ragione tattica ben precisa, inerente il modo di giocare proprio di Strinic. 

A differenza infatti di Ghoulam, Strinic interpreta in maniera diametralmente opposta il suo ruolo di terzino. Mentre il numero 31 azzurro è il classico cursore di fascia dotato di grande corsa e facilità di cross, il croato è piuttosto un “terzino moderno”, che preferisce giocare in mezzo al campo piuttosto che lungo la linea dell’out, ma che sa sia difendere che attaccare in maniera efficace.

Una differenza sostanziale nell’approccio che cambia radicalmente l’interpretazione del 4-3-3- sarriano. Con Strinic che stringe a centrocampo, soprattutto contro squadre dal basso potenziale offensivo, Hamsik viene liberato da compiti di copertura, riuscendo a proiettarsi in avanti e dare maggior sostegno alla manovra offensiva. Non è infatti un caso che ancora con un suo movimento a portare via l’uomo -  quasi come fosse una seconda punta - Jorginho trovi il corridoio per il primo gol contro l’Udinese a firma di Mertens. 

Con un uomo in più a centrocampo, inoltre, il Napoli aumenta anche la densità in mezzo al campo, accorgimento che impedisce agli avversari di costruire una manovra fluida. Nel caso in cui poi l’avversario decidesse di sviluppare il proprio gioco in ampiezza, ecco allora che Strinic si riscopre difensore efficace e dotato di un senso della posizione invidiabile. D’altra parte, un solo gol subito in 4 match disputati col croato schierato terzino non può essere solo un caso. 

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    18

    6
    6
    0
    0
  • JuventusCL

    18

    6
    6
    0
    0
  • InterCL

    16

    6
    5
    1
    0
  • LazioCL

    13

    6
    4
    1
    1
  • RomaEL

    12

    5
    4
    0
    1
  • MilanEL

    12

    6
    4
    0
    2
  • Sampdoria

    11

    5
    3
    2
    0
  • Torino

    11

    6
    3
    2
    1
  • Atalanta

    8

    6
    2
    2
    2
  • 10º

    Chievo

    8

    6
    2
    2
    2
  • 11º

    Bologna

    8

    6
    2
    2
    2
  • 12º

    Fiorentina

    7

    6
    2
    1
    3
  • 13º

    Cagliari

    6

    6
    2
    0
    4
  • 14º

    Sassuolo

    4

    6
    1
    1
    4
  • 15º

    Spal

    4

    6
    1
    1
    4
  • 16º

    Crotone

    4

    6
    1
    1
    4
  • 17º

    Udinese

    3

    6
    1
    0
    5
  • 18º

    GenoaR

    2

    6
    0
    2
    4
  • 19º

    VeronaR

    2

    6
    0
    2
    4
  • 20º

    BeneventoR

    0

    6
    0
    0
    6
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Ferrara: "Mertens e Dybala? Ogni epoca ha i suoi campioni, poi Maradona è un discorso a parte"