Je Suis Maurizio: Sarri fa da parafulmine

Editoriale  
Maurizio Sarri in Benevento - NapoliMaurizio Sarri in Benevento - Napoli

#JesuisMaurizio, tutta la vita. O quantomeno fino al termine di questa stagione, comunque vada. Molto spesso, troppo spesso, all'allenatore del Napoli viene criticato il contenuto delle conferenze stampa, spesso condite di qualche polemica di troppo o di qualche parola fuori posto. Ma questa volta Maurizio Sarri è stato esemplare. E va evidenziato ancor di più perchè avviene in un momento cruciale della stagione, in un momento in cui molti media nazionali provano a spostare l'attenzione dal Napoli primo, bello e vincente, che non subisce troppo la pressione di una Juventus col fiato sul collo ai partenopei, al rinnovo di Sarri e alla possibilità che in questo periodo, qualche top club europeo possa pagare la clausola.

SARRI E IL RINNOVO: RISPOSTA ESEMPLARE

Ed il tecnico azzurro è stato esemplare proprio nel trattare quest'argomento, rilanciando e contrattaccando il (futile) tentativo di destabilizzare un ambiente solidissimo. "A me sinceramente in questo momento non me ne importa: non per il Napoli o per Aurelio, ho la testa a qualcos'altro. E' l'ultimo pensiero il rinnovo in questo momento, tra l'altro un contratto c'è e non è impellente rinegoziarlo. Ho la testa ad altre cose", ha dichiarato Sarri ai microfoni di Sky al termine di Benevento-Napoli. E poi ha rilanciato in conferenza:

"In questo momento è l'ultimo pensiero che mi passa per la testa. C'è un contratto con delle clausole, De Laurentiis vorrebbe rinegoziarle ma alla fine l'unica clausola che conta è che io non consideri il ciclo di questa squadra è finito. Se per me il ciclo può andare avanti, il problema non c'è".

Potranno sembrar banali, ma queste dichiarazioni non lo sono per niente. Pesano e tantissimo. Dopo un mercato alquanto deludente è Sarri, e solo Sarri, a poter portare il Napoli a fare quell'impresa storica chiamata scudetto. Ed è giusto che si tuteli, che attragga a sè e disperda come un parafulmine azzurro ogni tentativo, problematica o polemica che possa far male a questa squadra.

E' ovviamente di fondamentale importanza che il rinnovo di Sarri si faccia, eliminando quella pericolosa clausola di 8 milioni che gli permetterebbe di rescindere l'attuale contratto con gli azzurri nel momento in cui un club fosse disposto a pagarla (sempre che arrivi il sì del tecnico partenopeo), ma adesso, a febbraio, arrivati al 24esimo turno di Serie A, nel pieno della lotta scudetto con la Juventus, a chi interessa più di tanto?

Se è vero che sarebbe un modo per respingere ogni notizia, voce o indiscrezione sui tanti club interessati al tecnico azzurro, è vero anche che come ha ben sottolineato lo stesso Maurizio Sarri conta solo la sua volontà. "Se per me il ciclo può andare avanti, il problema non c'è". E la speranza è che non ci sia nessun problema, ma prima, tutti uniti, per un solo obiettivo, seguendo il condottiero nella buona e nella cattiva sorte. #JesuisMaurizio, una dichiarazione di identificazione con il tecnico intrinseca in tutti i tifosi napoletani.

di Manuel Guardasole - Twitter: @MGuardasole

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    24

    8
    8
    0
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    18

    8
    6
    0
    2
  • logo InterInterCL

    16

    8
    5
    1
    2
  • logo LazioLazioCL

    15

    8
    5
    0
    3
  • logo SampdoriaSampdoriaEL

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo RomaRomaEL

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo FiorentinaFiorentina

    13

    8
    4
    1
    3
  • logo SassuoloSassuolo

    13

    8
    4
    1
    3
  • logo ParmaParma

    13

    8
    4
    1
    3
  • 10º

    logo MilanMilan

    12

    7
    3
    3
    1
  • 11º

    logo TorinoTorino

    12

    8
    3
    3
    2
  • 12º

    logo GenoaGenoa

    12

    7
    4
    0
    3
  • 13º

    logo CagliariCagliari

    9

    8
    2
    3
    3
  • 14º

    logo SpalSpal

    9

    8
    3
    0
    5
  • 15º

    logo UdineseUdinese

    8

    8
    2
    2
    4
  • 16º

    logo BolognaBologna

    7

    8
    2
    1
    5
  • 17º

    logo AtalantaAtalanta

    6

    8
    1
    3
    4
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    5

    8
    1
    2
    5
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    1

    8
    0
    1
    7
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    -1

    8
    0
    2
    6
Dapa Trasporti
Giuseppe Annone
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Mafie, riciclaggio di denaro e truffe? Netflix ti consiglia la docu-reality sulla Juventus e la famiglia Agnelli! [FOTO]