Che confusione!

Editoriale  
Che confusione!

Ebbene sì, va detto. Con estrema onestà. Questo Napoli è in confusione e bisognava aspettarselo. Negli ultimi tre anni si è lavorato in un determinato modo, poi si è passati ad un'altra maniera di interpretare il calcio. Che si tratti di Sarri, Ancelotti, Mazzarri, Reja o Benitez, ogni cambio necessita di tempo per far sì che si trovi la quadra giusta. Però bisogna ammettere che questo Napoli, non solo non è quello dell'anno scorso, ma è una squadra sfilacciata, senza un capo nè una coda. C'è troppa distanza tra i reparti, tra Albiol e Milik c'è un oceano incolmabile, specie se in linea mediana c'è un solo interditore come Allan. La difesa del Napoli è troppo bassa e quando si perde palla in fase d'attacco c'è bisogno di rincorrere gli avversari per metri e metri. E questo comporta stanchezza, fisica e mentale. Sembra che nemmeno i calciatori stessi sappiano cosa fare e come farlo.

Ancelotti, storicamente, non è mai stato un allenatore con un'identità ben precisa. E' un tecnico che lavora molto sulla testa dei suoi calciatori e un po' meno sull'aspetto tattico. Cambia spesso modulo di gioco a gara in corso, per lui conta molto di più il fattore caratteriale e mentale anzichè quello puramente tecnico. Impossibile aspettarsi un Napoli che dia un volto unico al suo modo di giocare, con Ancelotti non si capirà mai che faccia avrà questa squadra. Non è un giudizio, ma un dato di fatto.

Con Sarri si vedevano sempre gli stessi interpreti, con Ancelotti si vedranno quasi tutte le pedine della rosa, dal terzo portiere al giovanissimo Luperto, gettato nella mischia alla seconda di campionato contro il Milan. Sarà più divertente per chi chiederà l'Ounas di turno e della disperazione o di vedere Verdi 'perchè pagato 25 mln'. Ma c'è confusione, c'è ancora confusione. Sperando che un giorno si faccia chiarezza. Almeno in campo...

RIPRODUZIONE RISERVATA

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • logo JuventusJuventusCL

    25

    9
    8
    1
    0
  • logo NapoliNapoliCL

    21

    9
    7
    0
    2
  • logo InterInterCL

    19

    9
    6
    1
    2
  • logo LazioLazioCL

    18

    9
    6
    0
    3
  • logo FiorentinaFiorentinaEL

    14

    9
    4
    2
    3
  • logo SampdoriaSampdoriaEL

    14

    8
    4
    2
    2
  • logo RomaRoma

    14

    9
    4
    2
    3
  • logo SassuoloSassuolo

    13

    8
    4
    1
    3
  • logo TorinoTorino

    13

    9
    3
    4
    2
  • 10º

    logo ParmaParma

    13

    9
    4
    1
    4
  • 11º

    logo GenoaGenoa

    13

    8
    4
    1
    3
  • 12º

    logo MilanMilan

    12

    8
    3
    3
    2
  • 13º

    logo SpalSpal

    12

    9
    4
    0
    5
  • 14º

    logo CagliariCagliari

    10

    9
    2
    4
    3
  • 15º

    logo AtalantaAtalanta

    9

    9
    2
    3
    4
  • 16º

    logo UdineseUdinese

    8

    9
    2
    2
    5
  • 17º

    logo BolognaBologna

    8

    9
    2
    2
    5
  • 18º

    logo EmpoliEmpoliR

    6

    9
    1
    3
    5
  • 19º

    logo FrosinoneFrosinoneR

    2

    9
    0
    2
    7
  • 20º

    logo ChievoChievoR

    -1

    9
    0
    2
    7
Dapa Trasporti
Giuseppe Annone
Back To Top
close icon

Ti potrebbe interessare

Le Parisien - Filtra ottimismo sulle condizioni di Thiago Silva e Verratti. Tuchel si affida al pupillo Di Maria