Sarri in conferenza: "Ci siamo complicati la vita da soli ma abbiamo reagito, Insigne è abbattuto. Abbiamo subito pesanti torti arbitrali"

Champions League fonte : dal nostro inviato al San Paolo, Alessandro Marrazzo

Finisce la conferenza

Sulle prossime partite: "Devo valutare le condizioni dei miei giocatori. Manolo stasera ha fatto molto bene e Mertens anche ha segnato. Ho più soluzioni da giocare. Dobbiamo ritrovare noi stessi ma siamo ancora disordinati in fase difensiva anche se ho visto dei passi in avanti in questo senso"

Sui calci di rigore assegnati: "Non ho rivisto gli episodi ma a noi hanno annullato un gol regolare e abbiamo subito un gol in fuorigioco. Non credo che i turchi possano lamentarsi. Non credo ci sia una favorita per il passaggio del girone"

Sulle scelte di formazione e Diawara: "Non ho mai detto che Diawara non fosse pronto. Jorginho è vittima della squadra perchè la squadra si allunga troppo. Ho messo Allan e non Giaccherini perchè Zielinski ha chiesto il cambio. Kamsik regista è una soluzione che mi piace ma perderei Diawara e Jorginho e non mi sembra il caso. E' qualcosa da fare a partita in corso ma non all'inizio perchè metterei in difficoltà due giocatori che giocano naturalmente in quel ruolo. Ingiusto criticare Jorginho contro la Roma, Diawara ci può dare una mano quando la squadra si allunga. Jorginho ha aspettato un solo passaggio ma gli è costato tantissimo. Hysaj era in difficoltà mentalee non lo vedevo concentrato, per questo ho scelto Maggio. Maxsimovic ha sofferto di crampi fino a ieri.

Sul rigore di Insigne e Gabbiadini: "Dovevano decidere Mertens e Insigne su chi calciare mentre se ci fosse stato Gabbiadini avrebbe tirato lui. Ho scelto Mertens e non Manolo per coglierli di sorpresa e in velocità. Abbiamo giocato bene in attacco ma gli esterni d'attacco devono fare meglio senza palla. Insigne è molto amareggiato e dopo il rigore sbagliato ho dovuto sostituirlo perchè si era perso. Abbiamo perso spenseratezza ma facciamo troppi errori banali. I ragazzi devono tornre a divertirsi perchè sentono troppo il peso della responsabilità. C'è bisogno di tempo".

Sulla partita: "Abbiamo letto male la situazione sul terzo gol del Besiktas. Abbiamo presi due gol con errori difensivi ed uno per un errore individuale. E' un momento che ci complichiamo la vita da soli ma abbiamo sapute reagire davanti ad una situazione molto seria. Albiol è un'assenza importante ma non è la causa della sconfitta. I dati parlano chiaro, abbiamo fatto passi avanti verso la guarigione ma il pareggio ci avrebbe aiutatmo mentalmente"

Comincia la conferenza

Tra qualche minuto Sarri in conferenza stampa post Napoli-Besiktas

Gentili lettori di CalcioNapoli24, benvenuti alla diretta della conferenza stampa post Napoli-Besiktas dell'allenatore del Napoli Maurizio Sarri: tra pochi minuti arriverà il mister azzurro.

Altre Notizie

I più letti

Classifica

  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • JuventusCL

    91

    38
    29
    4
    5
  • RomaCL

    87

    38
    28
    3
    7
  • NapoliCL

    86

    38
    26
    8
    4
  • AtalantaEL

    72

    38
    21
    9
    8
  • LazioEL

    70

    38
    21
    7
    10
  • Milan

    63

    38
    18
    9
    11
  • Inter

    62

    38
    19
    5
    14
  • Fiorentina

    60

    38
    16
    12
    10
  • Torino

    53

    38
    13
    14
    11
  • 10º

    Sampdoria

    48

    38
    12
    12
    14
  • 11º

    Cagliari

    47

    38
    14
    5
    19
  • 12º

    Sassuolo

    46

    38
    13
    7
    18
  • 13º

    Udinese

    45

    38
    12
    9
    17
  • 14º

    Chievo

    43

    38
    12
    7
    19
  • 15º

    Bologna

    41

    38
    11
    8
    19
  • 16º

    Genoa

    36

    38
    9
    9
    20
  • 17º

    Crotone

    34

    38
    9
    7
    22
  • 18º

    EmpoliR

    32

    38
    8
    8
    22
  • 19º

    PalermoR

    26

    38
    6
    8
    24
  • 20º

    PescaraR

    18

    38
    3
    9
    26
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Gazzetta - E' fatta per Ounas, ma il prossimo sarà Berenguer: Giuntoli non lo molla ed offre 6 mln più bonus