Napoli, i ragazzi del 2003 battono la Juve in semifinale: alle 16.00 la sfida decisiva con l'Anderlecht

Calcio giovanile fonte : Tuttomercatoweb.com

I giovanissimi classe 2003 del Napoli continuano a vincere in giro per l'Italia. Dopo aver trionfato nella Nike Premier Cup e alla Granamica Cup, battendo le formazioni dei migliori settori giovanili d'Italia, gli azzurrini si stanno ripetendo al Torneo della Solidarietà in svolgimento a Lodi. Il Napoli ha superato il girone con PSV, Rappresentativa Lodi ed il Milan campione in carica (battendolo per 1-0). In semifinale gli azzurrini hanno poi estromesso la Juventus 4-3 dopo i calci di rigore ed alle 16 sfideranno l'Anderlecht in finale. Atalanta e Juventus invece si sfideranno nella finale per il terzo e quarto posto.

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • InterCL

    40

    16
    12
    4
    0
  • NapoliCL

    39

    16
    12
    3
    1
  • JuventusCL

    38

    16
    12
    2
    2
  • RomaCL

    35

    15
    11
    2
    2
  • LazioEL

    32

    15
    10
    2
    3
  • SampdoriaEL

    27

    15
    8
    3
    4
  • Milan

    24

    16
    7
    3
    6
  • Torino

    23

    16
    5
    8
    3
  • Atalanta

    23

    16
    6
    5
    5
  • 10º

    Fiorentina

    22

    16
    6
    4
    6
  • 11º

    Bologna

    21

    16
    6
    3
    7
  • 12º

    Chievo

    21

    16
    5
    6
    5
  • 13º

    Udinese

    18

    15
    6
    0
    9
  • 14º

    Cagliari

    17

    16
    5
    2
    9
  • 15º

    Sassuolo

    14

    16
    4
    2
    10
  • 16º

    Genoa

    13

    16
    3
    4
    9
  • 17º

    Crotone

    12

    16
    3
    3
    10
  • 18º

    SpalR

    11

    16
    2
    5
    9
  • 19º

    VeronaR

    10

    16
    2
    4
    10
  • 20º

    BeneventoR

    1

    16
    0
    1
    15
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Callejon: "Sconfitta con la Juve immeritata! Nessuno di noi affronterà l'Europa League con leggerezza. A Napoli sono felice. Sul rapporto morboso che ho con mio fratello..."