Ecco chi è Lorenzo Sgarbi, il talentino del Sudtirol preso a sorpresa dal Napoli

Calcio giovanile  

Dal Trentino a Napoli, Lorenzo Sgarbi abbraccia il sogno partenopeo. Acquistato in prestito biennale con diritto di riscatto, il centravanti 16enne sarà un prezioso rinforzo per la Primavera di Saurini. Un talentino che ha iniziato a dare i primi caldi ad un pallone addirittura all'età di 4 anni, nella Virtus Don Bosco di Bolzano che rappresenta il principale vivaio dilettantistico in provincia. Da lì l'intera trafila, passando dai pulcini fino agli allievi partecipando anche a tornei dove ha attirato le attenzioni di non pochi osservatori. Il giocatore in precedenza aveva gentilmente declinato l'offerta del Carpi, ma di fronte alla chiamata dell'azzurro non ha esistato nemmeno un secondo. E ora il sogno comincia. 

Altre Notizie
I più letti
Classifica
  • #

    Squadra

    PT
    G
    V
    N
    P
  • NapoliCL

    32

    12
    10
    2
    0
  • JuventusCL

    31

    12
    10
    1
    1
  • InterCL

    30

    12
    9
    3
    0
  • LazioCL

    28

    11
    9
    1
    1
  • RomaEL

    27

    11
    9
    0
    2
  • SampdoriaEL

    23

    11
    7
    2
    2
  • Milan

    19

    12
    6
    1
    5
  • Torino

    17

    12
    4
    5
    3
  • Fiorentina

    16

    12
    5
    1
    6
  • 10º

    Atalanta

    16

    12
    4
    4
    4
  • 11º

    Chievo

    16

    12
    4
    4
    4
  • 12º

    Bologna

    14

    12
    4
    2
    6
  • 13º

    Udinese

    12

    11
    4
    0
    7
  • 14º

    Cagliari

    12

    12
    4
    0
    8
  • 15º

    Crotone

    12

    12
    3
    3
    6
  • 16º

    Spal

    9

    12
    2
    3
    7
  • 17º

    Sassuolo

    8

    11
    2
    2
    7
  • 18º

    GenoaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 19º

    VeronaR

    6

    12
    1
    3
    8
  • 20º

    BeneventoR

    0

    12
    0
    0
    12
Back To Top

Ti potrebbe interessare

Quagliarella: "Napoli? Essere accostato è un piacere, ma penso alla Samp. Un gesto dei tifosi fu una liberazione, la questione dello stalker è una presa in giro"